Concluso in un clima di fiducia SEATEC-COMPOTEC YARE 2014

Seatec
Stampa pagina
Carrara, 7 febbraio 2014  

 

Si è conclusa con esito positivo l’ultima edizione di Seatec la rassegna di tecnologie, componentistica e design per la nautica tenutasi a CarraraFiere congiuntamente a Compotec, Rassegna dei materiali compositi e a Yare, salone dedicato al settore del refit. 

I numeri ufficiali parlano di una tenuta della manifestazione accompagnata da un’evidente inversione di tendenza, che inserita nel contesto generale conferma Seatec come evento di riferimento nel panorama fieristico internazionale:

In totale Seatec Compotec e Yare hanno registrato la partecipazione di 458 marchi totali (+4% rispetto al 2013) di cui 163 esteri su una superficie complessiva di circa 21.000 mq distribuiti su 3 padiglioni espositivi. 

I visitatori sono stati 8.346 (+ 10,5% rispetto alla precedente edizione) di cui l'8% proveniente dall'estero, registrando anche in questo caso un incremento del 3%. 

Sono stati organizzati 24 convegni tecnici di approfondimento su temi di varia natura, dal design, al composito, alla propulsione marina e molti altri.

 

“Siamo soddisfatti – dice Paris Mazzanti direttore di CarraraFiere – perché fra gli espositori e, più in generale all’interno del comparto, si è registrato un clima di nuova fiducia confermato anche nel corso dei tanti incontri che abbiamo avuto sia negli stand che nell’ambito di convegni e dibattiti di carattere tecnico. Ovviamente gli attori del comparto sanno che il percorso per tornare ai livelli di qualche anno fa è lungo e difficile ma già avere visto un cambiamento di tendenza è motivo di soddisfazione per tutti. 

È chiaro che i segnali che vengono da Seatec come da Compotec e Yare dovranno tradursi in ripresa effettiva per il settore”.

 

Grazie alle collaborazioni con ICE, Toscana Promozione, Regione Toscana, Lucca Promos, e Navigo, le aziende presenti in fiera hanno avuto la possibilità di incontrare importanti delegazioni estere alle quali si sono aggiunti operatori arrivati autonomamente e i comandanti di grandi yacht che hanno preso parte alle attività di Yare.

 Il clima positivo è affiorato con chiarezza anche durante i numerosi convegni, workshop e iniziative tecniche che si sono svolte, come è tradizione, nel corso di una rassegna che coinvolge tutti i settori collegati alla nautica, ai materiali compositi e al refitting.